martedì 27 gennaio 2015

Monitorare le popolazioni animali? Ora ci pensa il satellite

La tecnologia delle immagini satellitari viene anche incontro alle specie animali, soprattutto quelle a rischio di estinzione. È grazie a questo strumento, infatti, che si è potuto effettuare il primo censimento di una specie animale dallo spazio.
A finire sotto l’obiettivo è stata la popolazione di pinguino imperatore (Aptendodytes forsteri), “spiata” dai ricercatori del British Antartic Survey che hanno pubblicato i risultati dell’esperimento sulla rivista scientifica PLoS One.


Buone notizie dalle immagini ad altissima definizione scattate da 450 chilometri di quota: gli scienziati sono riusciti a distinguere le sagome scure dei pinguini e a contarne 595 mila esemplari (le stime precedenti facevano riferimento a 270-350 mila esemplari).
I ricercatori hanno confermato quindi che le immagini dei satelliti sono accurate, ecologiche e sicure, quindi rappresentano un mezzo validissimo per monitorare popolazioni animali che vivono in luoghi remoti e poco accessibili.
Il pinguino imperatore è il più grande degli uccelli appartenenti alla famiglia dei pinguini e appartiene al genere dei pinguini di grandi dimensioni. Seppur incapace di volare è un ottimo nuotatore. La specie di pinguino imperatore è quella che vive più a sud, sui ghiacci dei mari artici, ed è soprattutto disturbata dal riscaldamento globale del pianeta che riduce le aree ghiacciate in Antartide.

domenica 4 gennaio 2015

Gli occhiali vintage amati dalle star di Hollywood

Quando si parla di tendenze, si sa, a farla da padrone sono le star del cinema, da sempre capaci di dettare legge in ogni campo del fashion, accessori compresi. Per quanto riguarda gli occhiali da sole non c’è rivale che tenga: gli attori di Hollywood hanno eletto la loro icona già dalla nascita del marchio 25 anni fa, ovvero la Oliver peoples.
Marchio che nasce per caso per iniziativa di due fratelli, Larry e Dennis Leight, californiani e amanti del surf, che nel 1986 decidono (in tempi non sospetti) di acquistare e vendere uno stock di occhiali vintage. Una scommessa azzardata, visti i tempi dominati dal rifiuto del vecchio e dalla ricerca del “diverso” a tutti i costi.
Il marchio potè contare allora su un testimonial d’eccezione, niente di meno che l’artista capace di trasformare in trend qualsiasi cosa abbia toccato, Andy Warhol, che si fece creare un paio d’occhiali su misura e si fece fotografare sulla copertina di Vogue Germania nel 1987.

Il boom arrivò immediatamente e, dopo Warhol, gli occhiali Oliver peoples sono stati indossati da numerosissime celebrities del calibro di Spike Lee, Sting, Cindy Crawford, Jennifer Aniston, Bruce Willis, Madonna, Kevin Costner, Diane Keaton, Tom Cruise, Michael Caine e Kate Moss. Per non parlare di Johnny Deep, che ne possiede addirittura una collezione intera.
Così, per festeggiare i 25 anni della nascita del marchio (che oggi fa parte del gruppo Luxottica di Del Vecchio), il brand californiano ha lanciato una nuova collezione in edizione limitata ispirata allo stile classico della casa.