venerdì 13 giugno 2014

Bambini malati in vacanza con Dynamo camp

I bimbi affetti da patologie gravi e croniche o che sono nel periodo di post-ospedalizzazione ora possono godere di una vacanza davvero indimenticabile, grazie a Dynamo camp, il primo campo estivo in Italia per bambini malati, struttura seguita da specialisti e animata da giovani volontari. In Italia, le stime parlano di 10.000 bambini all’anno affetti da gravi patologie che li costringono spesso a terapie invasive e di lunga durata. Malattie e terapie, oltre che a livello fisico, agiscono negativamente anche sulla possibilità di socializzazione con i coetanei. Dynamo Camp intende offrire a questi bambini la possibilità di avere un’esperienza di divertimento e socializzazione.
Le vacanze per i bambini sono articolate in sessioni da 1 settimana a 10 giorni ed è inoltre prevista la possibilità di partecipare alle sessioni per le famiglie intere (1 settimana o anche 1 week-end). Il camp è rivolto a bambini da 7 a 17 anni affetti da patologie gravi o croniche, che sono in terapia o che l’hanno conclusa da non più di 4 anni. Genitori e fratelli dei bambini sono coinvolti nelle attività ricreative in modo da essere sempre a fianco del bambino malato. Le più comuni patologie dei bambini di Dynamo Camp sono quelle oncologiche, ematologiche, del trapianto di midollo, bambini con diagnosi di emofilia, talassemia, anemia falciforme, e bambini costretti a terapie con catetere venoso centrale e infusori. Ma l’esperienza di Dynamo Camp è rivolta anche a bambini con diagnosi di autismo o tratti autistici, epilessia e sindromi rare.
Le attività che offre il camp sono strutturate in base al modello della Terapia ricreativa, tenute da circa 600 volontari con apposita preventiva formazione e spaziano dalle attività di tipo creativo a quelle di tipo espressivo, divertente, emozionante, in base ai ritmi e ai limiti specifici di ogni bambino. Al termine di ogni attività i ragazzi hanno la possibilità di fare delle riflessioni di gruppo sugli obiettivi che hanno raggiunto collaborando insieme. Nelle attività giornaliere, i ragazzi sono vengono responsabilizzati affidandogli piccoli lavoretti e aiutando nella pulizia degli alloggi. Le attività ricreative sono intervallata dai pasti (che si consumano tutti insieme in una grande sala con musica e animazione) e ai momenti di riposo dove è possibile dormire, leggere, scrivere o fare giochi da tavolo. Anche alla sera il divertimento non manca: dopo cena sono previsti sempre spettacoli, balli, attività teatrali e momenti di conoscenza con gli altri partecipanti e gli animatori.
Oltre ai volontari che si occupano delle attività ricreative, Dynamo Camp offre uno staff specializzato e retribuito che lavora in ogni singola area del programma. Tutto lo staff  è altamente qualificato nella gestione di programmi rivolti ai bambini ed è selezionato in base a criteri rigidi. La necessaria componente medica è sempre presente e in grado di intervenire tempestivamente. L’infermeria (ClubMed) è completamente attrezzata per ogni evenienza. I tipi di patologie ammesse a Dynamo Camp sono determinate dal Comitato Medico. Attualmente sono considerate tumori, leucemie, talassemia major, anemia falciforme, emofilia, immunodeficienze congenite ed acquisite, fibrosi cistica, diabete, malattie renali croniche, epilessia, malattie neuromuscolari, spina bifida, malattie metaboliche, malattie respiratorie, asma, morbo di Crohn, difetti cardiaci, sindrome di Prader-Willy.
Per sostenere Dynamo Camp, oltre alle donazioni con bonifico bancario (sul sito www.dynamocamp.org) è possibile destinare il 5 per mille dell’Irpef tramite il Cud, indicando nell’apposito riquadro il codice fiscale di Dynamo Camp Onlus, ovvero 90040240476.
È possibile inoltre donare materiale per le attività ricreative, in particolar modo quelli inerenti le attività teatrali (parrucche, maschere, costumi, accessori clown, scenografie, lampade), quelli per i laboratori creativi (materiali per arti e mestieri, musica, foto e video), per gli sport e il gioco (terapie in acqua, equitazione, tiro con l’arco, arrampicate), materiale per l’infermeria (cerotti, garze, siringhe, cotone, aghi monouso, medicazioni sterili) e per la pulizia e la cucina (detergenti, stoviglie, lampadine).