mercoledì 12 dicembre 2012

Cinema e fashion sposi a Trame di moda

Siete appassionati di moda e amate il cinema? Allora non mancate di fare un salto a Venezia. Presso il Museo di Palazzo Mocenigo, infatti, si è aperta il primo settembre e chiuderà il 6 gennaio del 2013 la mostra Trame di moda. Donne e stile alla Mostra del cinema di Venezia.
Nella cornice perfetta della città lagunare, e in concomitanza con la Mostra del cinema, a Palazzo Mocenigo sarà possibile passeggiare ammirando una collezione messa insieme dalla giornalista e docente universitaria Fabiana Giacomotti, curatrice della mostra, insieme al costumista Alessandro Lai.
Un doppio percorso tra presente e passato: da un lato le creazioni di moda più memorabili che hanno sfilato sul red carpet della Mostra del cinema; dall’altro i costumi di scena di nove film girati o ambientati a Venezia (Mambo, Tempo d’estate, Senso, Anonimo veneziano, Morte a Venezia, Casanova, Il Talento di Mr. Ripley, Le ali dell’amore, The Tourist).
Silvana Mangano in Mambo
Alida Valli in Senso
Ecco quindi il romanticissimo Valentino di Keira Knightley e il pop-chic di Madonna, che si è presentata a Venezia con un Vionnet bianco su cui volavano una miriade di farfalle rosse. Passando per il delicatissimo abito rosa di Prada indossato da Gwyneth Paltrow, che è presente anche nella seconda parte della mostra con il costume indossato per il ruolo della fidanzata nel film Il talento di Mr. Ripley. E poi il Balenciaga nero di Suso Cecchi D’Amico, il Gattinoni disegnato per Anna Magnani e il Gucci di Paz Vega.
Emozionante il percorso che mostra gli abiti indossati nei nove film ambientati a Venezia, come quello di Alida Valli che incontra il suo amante per l’ultima volta in Senso, o il vestito bianco di Katharine Hepburn in Tempo d’estate e il cappotto di Max Mara di Florinda Bolkan in Anonimo Veneziano.
L'abito di Fendi su disegno di Karl Lagerfeld, ispirato
dal vestito della bambola meccanica del film Casanova
Per questa creazione, Alberta Ferretti si ispira al costume
di Silvana Mangano nel film Morte a Venezia
Per rimarcare il fatto che le creazioni di alcuni stilisti a volte sono ispirate dal lavoro dei costumisti, l’allestimento mette in rilievo come l’abito di Ferragamo indossato da Angelina Jolie in The Tourist, si richiama a quello che Gabriella Pescucci ha disegnato per Elizabeth McGovern in C’era una volta in America. Francesco Scognamiglio, invece, si è ispirato di recente al vestito della bambola del film Casanova di Fellini. Quest’abito di seta in stile Settecento aveva già ispirato Karl Lagerfeld, che ne aveva fatto una sua interpretazione per Fendi. Altra grande firma della moda a ispirarsi al cinema è Alberta Ferretti, che ha disegnato un abito suggerito da quello color avorio indossato da Silvana Mangano nel film Morte a Venezia, di Luchino Visconti.
Maggiori informazioni su visitmuve.it.

4 commenti:

  1. Bene, giusto adesso che sono a 1100 km...prendo l´aereo vado sbircioe torno. Mi ricordo benissimo il vestito della Mangano, in morte a venezia. Era così bella.

    RispondiElimina