martedì 18 settembre 2012

Tendenze: il ritorno del “placcato oro”

Se non siete così bravi a distinguere l’oro dai metalli placcati in base al differente peso specifico, dovete esclusivamente affidarvi al prezzo: se costa poco allora non si tratta di oro, ma di metalli placcati, solitamente argento e ottone.
Un tipo di produzione che è iniziata già nell’era dell’Art Nouveau e che ha spopolato nell’America degli anni Trenta, dove ha preso un nome che oggi è un punto di riferimento per gli appassionati di vintage: “costume jewelry”, ovvero bijoux fantasia realizzati in metalli dorati.
Certo oggi non si usa più il vecchio bagno galvanico per rivestire di oro i metalli: le tecniche moderne sono molto più complesse. I sistemi più usti sono il Pvd (Physcal vapor deposition) e i’IP (Ion plating, placcatura agli ioni). Questi nuovi trattamenti sono molto più resistenti della vecchia placcatura e permettono anche di ottenere colori diversi.
A riproporre i metalli dorati sono state ultimamente grandi firme della moda, ed è sicuro che diventerà subito una vera e propria tendenza.
Calvin Klein ha inserito nella collezione del 2012 l’orologio da polso femminile “ck Accent”: la cassa è in acciaio con trattamento Pvd oro rosa, uguale alle lancette. Il quadrante è argenté soleil e il cinturino completamente bianco, in pelle effetto coccodrillo. Movimento al quarzo Swiss made.

Emporio Armani propone “Retro”, orologio da polso per uomo con cassa in acciaio lucido con finitura Ip rose gold. Quadrante e citurino in pelle stampa coccodrillo color cioccolato. Indici nei toni più caldi dell’oro. Movimento al quarzo con datario.


2 commenti: